Ancona il 9° Mondialito Antirazzista

La Polisportiva Assata Shakur anche quest´anno sarà presente nel centro della  città di Ancona, per la durata di un mese, con il torneo antirazzista che vede coinvolte 24 squadre rappresentanti differenti nazionalità del mondo.

Niente è scontato. Infatti non è stato semplice riprenderci lo spazio in centro per svolgere le partite di calcio e attorno a queste costruirci momenti di incontro e dibattito. Eppure in un momento in cui il nostro paese rifiuta di dare aiuto alle persone che sono costrette a fuggire in condizioni disumane dai loro paesi, in un momento in cui l´altro è visto sempre come una minaccia e mai come un interlocutore, in un momento in cui il concetto stesso di comunità allargata viene rinnegato in nome di sentimenti individualisti e nazionalisti, in un momento in cui la crisi rende precaria tutta la nostra esistenza, infiltrandosi nella gestione delle relazioni umane e nella capacità di andare oltre ai bombardamenti mediatici che ci ritraggono un paese, un mondo invaso da nemici pronti a strapparci quel poco che ci è rimasto…eppure, sentiamo viva una ereditarietà di esperienze e di vissuti tesi a difendere e a costruire diritti universali per tutti e tutte.

Crediamo sia urgente moltiplicare azioni e momenti che rendano visibile questo sentimento di solidarietà reale e ragionare insieme su come razionalizzarlo e condividerlo. Più volte ci siamo detti: “…e se non lo facciamo noi, chi lo fa´?” Per questo ci siamo trovati a ripensare questo nono torneo antirazzista. Da un lato il torneo di calcio vuole essere momento di incontro, di festa per promuovere una libera convivenza nel suo significato originario, dall´altro le azioni che metteremo in campo vogliono soddisfare delle esigenze per noi prioritarie. Innanzi tutto non possiamo parlare di antirazzismo senza denunciare nuovamente il volto drammatico del nostro porto che, se prima era una “piazza” aperta a tutti, oggi è luogo di detenzione e di respingimento per persone che al contrario necessitano delle nostre cure e della nostra protezione. E se noi non possiamo prescindere da questo non lo possono fare neanche chi si proclama antirazzista, come le nostre istituzioni locali, o come la stramaggioranza delle persone che con differenti ruoli, governano l´area portuale. Per non citare poi chi dice: “Io non sono razzista ma…”

C´è un unico significato nel sentirsi antirazzisti. Per questo vogliamo che nel periodo in cui si disputerà il mondialito tutti si sentano richiamati dalla spinta di fare proprio questo valore che non può arenarsi alle reti che dividono la nostra città da quella zona che da sempre è stata caratterizzata e valorizzata per i suoi scambi culturali, che è il porto, appunto! Piazza Pertini, luogo in cui si disputeranno le partite di calcio, diventerà la piazza dei diritti, da quelli riconosciuti ma non rispettati, a tutti quei diritti che autonomamente possiamo iscrivere all´interno di un diritto nuovo, affinché possiamo riappropriarci di ciò che riteniamo necessario per la nostra vita. Saremo presenti con lo sportello antidiscriminazioni che per quel periodo si darà in forma “urbana” con consulenze legali gratuite per i cittadini stranieri e con le interviste aperte che raccoglieremo in formato audio. Svolgeremo un´ inchiesta tra i migranti per farci raccontare da loro, come sono arrivati in Italia, come e se, si sentono accolti dal nostro paese, e soprattutto come e se si sentono accolti dai servizi preposti sul territorio.

All´interno della campagna “Welcome, Indietro non si torna” organizzeremo dibattiti, mostre fotografiche e azioni che renderanno visibile in maniera creativa ciò che avviene quotidianamente in una delle frontiere dell´Adriatico.

Primo appuntamento sabato 22 maggio:

Inaugurazione con sfilata di tutte le squadre partecipanti al torneo

Ore 17.00 – La sfilata partirà dal porto per arrivare a piedi e con le biciclette in Piazza Pertini

Ore 18.30 – Inizio partite, 8 le squadre che si fronteggeranno:

Kontatto-Ass.ne Sguardo (18.30)

Brasile-Albania (19.30)

Tunisia-Bangladesh (20.30)

Romania M.- Romania A. (21.30)

La lista delle 24 squadre: Afghanistan, Albania, Alleanza Lima,
Pol. Assata Shakur, Ass. Sguardo, Bangladesh, Bolivia, Brasile, Circolo Africa, Cochabamba, Cusco, Divajare-Albania, Egitto, Marocco Ancona, Espir d’Africa, Kontatto Falconara, Libano, Romania Ancona, Santo Domingo, Senegal, Tunisia, Marocco Vallesina, Perù Ancona, Romania Marche

È possibile seguire tutto il mondialito su

www.polisportivassatashakur.blogspot.com

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...