E’ la stampa, bellezza!

di Ivan Grozny

E come ogni agosto, impazza il calciomercato. E’ forse rimasto l’ultimo tabù del nostro calcio, perché ormai le telecamere arrivano ovunque, e tutto si può vedere, tranne le trattative di mercato. E infatti, novità prossima a venire, da quest’anno le telecamere entreranno anche negli spogliatoi. Luogo sacro per eccellenza, sacrificato alla Tv. E’ quindi l’unico aspetto del calcio che rimane in qualche modo misterioso è quello delle trattative: il calciomercato, appunto. In realtà, alla faccia dei periodi ufficiali in cui è lecito portare avanti trattative e firmare contratti, questo perdura per tutto l’anno.Accordi segreti, manager che offrono giocatori da qua e di là, presidenti che sono sempre pronti per l’affare.
Ci sono siti specializzati, che sono ormai numerosissimi, e le testate sportive che se ne occupano come da tradizione.
Rimane un momento divertente per coloro che seguono questo sport, perché è un periodo in cui si può sognare, senza motivo di smentita. Essendo poi estate, ogni sogno (calcistico) pare raggiungibile.
Poi arriva settembre, e spesso è tutta un’altra musica, ma il calcio di agosto si sa, regala soddisfazioni a tutti. Ma proprio a tutti.

In verità in questi giorni le amichevoli estive più che creare fantasie nelle menti dei tifosi hanno rivelato che la tensione è già altissima in tutte le squadre, e molte di quelle che dovrebbero essere semplici sgambate, le partitelle precampionato, sono finite in rissa. Ma questa è un’altra storia, più legata al fatto che il mondo del pallone è un ambiente da sempre sull’orlo di una crisi di nervi…

Ma come l’informazione affronta questo periodo mi sembra l’aspetto più interessante di cui occuparsi.
Infatti, soprattutto i giornali sportivi, danno grandissima visibilità alle trattative, con titoli sempre più sensazionalistici. Questo ci da il segno della direzione che l’informazione ha preso. Trattative che poi si rivelano inesistenti, trattative mai avviate, trovano spazio già nella prima pagina dei quotidiani sportivi. Ma non sempre trovano un riscontro nella realtà. Ci sono quotidiani che per mesi annunciano l’arrivo di questo o quel giocatore, senza poi soffermarsi sullo spiegare perché quanto annunciato non si sia verificato.

Una volta si faceva leva sulla credibilità di questa o quella testata. Ma come si può essere attendibili se i titoli di prima pagina, a caratteri cubitali, poi non si traducono in realtà?

Tanto per citarne uno, “Tuttosport”, giornale di Torino, è da febbraio che annuncia l’arrivo di questo o quel campione alla Juventus. A segnarseli tutti, oggi la Juve avrebbe una rosa leggermente più forte di quella del Real Madrid. Peccato che poi siano arrivati solo Pepe e Motta. E neppure a titolo definitivo…

E stiamo parlando della squadra più seguita d’Italia. E della testata che indirizza comportamenti e decisioni societarie, alimentando campagne come è stata quella che ha portato via da Torino un allenatore capace come Ranieri.
Si può quindi alimentare il sogno dei tifosi offrendo loro illusioni che non si concretizzeranno? Si possono regalare illusioni consapevoli che queste non si realizzeranno?

Pensiamo se fermassero con una “squalifica”, come accade ai giocatori quando vengono espulsi, tutti i giornalisti che diffondono notizie assolutamente prive di fondamento.
Sarebbe sicuramente interessante. Se il compito del giornalista è quello di dare la notizia, verificarne la consistenza dovrebbe essere la priorità.

Detto questo, c’è un ultima osservazione da fare. Pensiamo a tutto quanto detto fino ad ora, non solo riferito al calcio, ma all’informazione in generale. E pensiamo all’eventuale squalifica di coloro che, senza timore alcuno, promuovono il falso quotidianamente.

Annunci

1 commento

  1. Credo che il meccanismo delle voci di calciomercato siano un gioco che lettori ed appassionati accettano volentieri. Chi spende qualche euro alla settimana in giornali sportivi per leggere delle gran balle ne è consapevole e si diverte lo stesso. Anzi, a volte non ne può fare a meno. Giorno nuovo, nome nuovo. E, volendo, per gli appassionati il gioco può essere più sottile e divertente del semplice credere o meno alle notizie che appaiono sui giornali. È divertente giocare a capire quale voce può avere fondamento e perché viene messa in giro.
    Divertente leggere che l’Inter punta Felipe Melo o che il Real vuole Ibra. Qui Mourinho fa scuola: corteggio il giocatore della squadra rivale che è un problema per quella squadra, così li costringo a tenerselo ben stretto. Ibra è una palla al piede per Guardiola, se rimane è meglio per Mou.
    E poi le smentite immediate sono quelle che confermano che la trattativa c’è. Vedi Sculli o Vargas all’Inter.
    Altre voci sono messe in giro da società e procuratori volutamente ed è divertente capire quali.
    “Mourinho vuole Balotelli” vuole indurre a pensare a chi pensa di comprarlo che Mario alla fine non è poi così ingestibile, addirittura l’allenatore che ci ha litigato fino all’altro giorno lo cerca.
    Le voci di Tuttosport sono pubblicità positiva per la squadra di riferimento. Tutto questo amore di Dzeko per la Juve, ma perché mai uno cercato da tutta Europa dovrebbe voler andare in una squadra arrivata settima in classifica in Italia e fuori dalla Champions?
    Schweinsteiger all’Inter. Ma quanto può valere uno così dopo la stagione ed i mondiali che ha fatto? Se per Mascherano chiedono 30 milioni, quanti ne dovrebbe accettare il Bayern per lasciarlo andare? 60? Ha senso spendere queste cifre per un centrocampista? Quanto meglio potrebbe fare di un Thiago Motta (sano)?


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...