Olimpic Games

di Ivan Grozny

Niente candidatura per Roma 2020. Non ci sarà a sfidare Istanbul, Tokyo, Madrid e Doha. Monti ha di fatto bloccato una operazione che era gradita trasversalmente dal centrodestra al centrosinistra, Quirinale compreso.
Tra le forze politiche, per correttezza di informazione, segnaliamo che Lega e IDV erano contrari. Detto questo, divertiamoci un po’… Continua a leggere

Annunci

ANONYMOUS vs PLATINI

di Ivan Grozny

Anonymous attacca Michel Platini. Il Presidente dell’UEFA ha subito un attacco digitale senza precedenti, da parte della rete di hacker che si firma con questa sigla. Per qualcuno quella che si sta combattendo in questi giorni nella rete è la prima guerra mondiale digitale. Valutare che quest’affermazione sia esatta o forse esagerata non è compito nostro, ma sottovalutare la portata di questo cyber attacco sarebbe alquanto inopportuno. Continua a leggere

Paoloni, il “SERIAL LIAR”

di Ivan Grozny

“Sono semplicemente un coglione, nulla di più. Millantavo amicizie e conoscenze, ma in realtà non facevo altro che tirare a indovinare sperando che l’incubo finisse”.

Chi parla è Paoloni. Uno degli indagati nello scandalo delle scommesse. E’ quello che ai microfoni di “Piazza Pulita”, intervistato dall’ex iena Alessandro Sortino  http://www.la7.it/piazzapulita/pvideo-stream?id=i491835  di fatto smonta, non solo l’impianto accusatorio della Procura di Cremona, ma tutto quello che si scrive e si dice da un po’ dalla vicenda. A LA7 lo hanno preso in simpatia, è evidente, tanto che nella nuova trasmissione domenicale dell’ex direttore del Tg Antonello Piroso, MAN (Ma anche no), è stato addirittura ospite in trasmissione http://www.legapro.it/video-intervista-marco-paoloni-la7/ . Continua a leggere

TE LO DO IO IL BRASILE

di Ivan Grozny

Il calciomercato non si ferma mai. Neppure una tregua, nulla. Quella di gennaio poi, che è la sessione cosiddetta di riparazione, negli ultimi anni ha regalato scintille e cambiato le sorti di alcune squadre. Vedi il Milan la scorsa stagione. Quest’anno poi c’è l’affaire Tevez che sta monopolizzando l’attenzione di programmi e giornali sportivi. Per non parlare del web dove ci sono addirittura siti dove l’argomento mercato è trattato 365 giorni l’anno.

Continua a leggere

Le non-notizie

di Ivan Grozny

Del fatto che giocatori, anche molto in vista, scommettessero, ne avevamo parlato anche parecchi anni fa http://archive.sherwood.it/Scommettitori-impenitenti . Nel giugno 2006, per la precisione. Quello che si concluse con il trionfo di Berlino da parte della nazionale di Lippi.
Rispetto a quello che sta uscendo in questi giorni riguardo gli interrogatori possiamo dire che più che sorprese troviamo conferme a quello che da anni sosteniamo. I giocatori scommettono, le società fanno accordi, e c’è chi pensa di potere trarre lauti guadagni da queste situazioni.
Che  Buffon avesse il vizio del gioco è in realtà una non-notizia. Perché già nel  2006 se ne parlò tantissimo. Ora bisogna stabilire se questo li ha portati a commettere degli illeciti oppure no. Stiamo parlando di campioni super affermati, ricchi e famosi. I nomi più roboanti usciti in questa inchiesta fino ad ora. Continua a leggere

Niente Doni, solo Farina

di Ivan Grozny

“Vede, non si può mai sapere contro chi ti metti in queste situazioni, almeno fino a quando la giustizia non avrà fatto il suo corso. Siamo un piccolo club, una società di gente onesta: vogliamo far parlare di noi per ciò che facciamo sul campo. Anche Farina è così: non gli piace la luce dei riflettori”. Continua a leggere

TUTTI A TESTA ALTA

di Ivan Grozny

Novità sul fronte scommesse. C. Doni, uno dei principali accusati, sembra abbia contattato più volte, usando la SIM romena che lui pensava sicura, un cellulare intestato alla società «Mdf Italia Spa» di Milano, il cui presidente è Isidoro Fratus, consigliere di amministrazione dell’Atalanta, mentre il figlio Paolo, intimo amico dell’ex capitano, è amministratore delegato.
Quindi ci andrei cauto con l’escludere il coinvolgimento delle società di calcio, e i dirigenti. Le telefonate, di cui a tutt’oggi non è stato reso pubblico il contenuto, non bastano per accusare qualcuno, ma fanno sì che ci si pongano ulteriori domande e che emergano nuovi dubbi.
Aspettiamo l’interrogatorio di venerdì e vediamo se ci saranno dei chiarimenti in merito, visto che quelle telefonate sono state fatte due giorni prima di Padova – Atalanta (1-1 n.d.r.)  http://www.youtube.com/watch?v=mJr0Ho-L1-0. Continua a leggere